Libri in italiano

Per informazioni: http://www.bibliotecavipassana.org - Email: redazione@bibliotecavipassana.org
Satya Narayan Goenka

VIPASSANA È PER TUTTI

Scritti, discorsi, interviste di un maestro di meditazione - A cura di Pierluigi Confalonieri

Interviste, conferenze e scritti sulla meditazione Vipassana - I riassunti dei discorsi serali - I discorsi pubblici rivolti a varie categorie sociali e professionali

ArteStampa Editore, 2013
Disponibile anche come eBook

"Sto cercando solamente la scienza che si occupa della conoscenza di se stessi e che insegna a vivere bene e a morire bene" - Michel de Montaigne

All’ovest come all’est

Nella Grecia del VI secolo a.C., a Delfi nel tempio del dio della luce Apollo, campeggiava la scritta: “Conosci te stesso”. Per gli antichi greci conoscere se stessi era l’obiettivo più importante nel campo del sapere, e Socrate, ci dice Platone, era stato definito dallo stesso oracolo di Delfi il più sapiente, proprio perché di sé sapeva di non sapere. Dai suoi albori, nella cultura occidentale è presente la convinzione che la radice del sapere sta dentro di noi.


Nel Vangelo secondo Luca si legge: “Il regno di Dio è dentro di voi”. Il regno di Dio, cioè il regno della beatitudine e il regno della verità. Sant’Agostino, nel IV secolo d.C., fa sua questa tradizione, sostiene che la verità è dentro noi stessi e che occorre andare quindi dentro di sé per conoscerla. Questo orientamento è presente nella storia del pensiero occidentale fino al XX secolo, e cito Husserl che nella sua fenomenologia si rifà al motto agostiniano: ”Ritorna in te stesso. La verità è dentro l’uomo”. Nel VI secolo a.C., in India, il giovane Gotama, futuro Buddha, cerca la via per eliminare il dolore, e anch’egli comprende che essa è la ricerca dentro di sé. (…)

La tecnica di meditazione Vipassana è la scoperta scaturita dalla sua esperienza. Vipassana significa “chiara visione” (dal pali vi-passati, vedere chiaramente): per estinguere il dolore occorre “vederlo chiaramente” cioè conoscerlo per esperienza, sperimentando: l’indagare dentro di sé seguendo una disciplina rigorosa, ma rispettosa del corpo. Una disciplina che valorizza tutte le risorse del corpo e della mente.

Vincenzo De Giovanni
(psicologo, formatore e meditatore)

Da Vipassana è per tutti
di S. N. Goenka
Discorso di apertura per la conferenza internazionale omonima, New Delhi, India, 1994. Estratto.

"Le guerre iniziano nella mente degli uomini, perciò è proprio nella mente degli uomini che vanno costruite le difese della pace"
Preambolo della costituzione dell’UNESCO

(…) Questa tecnica di meditazione è finalizzata alla purificazione mentale, che permette lo sviluppo delle qualità dell’amore, della compassione, della benevolenza, indebolendo il buio dell’ignoranza e delle abitudini nocive. È un metodo pragmatico che può funzionare per chiunque. Solo l’essere umano possiede la straordinaria facoltà di osservare la realtà all’interno di se stesso, per sviluppare la saggezza, cioè la comprensione profonda della realtà. E per l’essere umano la mente è la più importante, perché è la mente che crea sia negatività e sofferenza, sia buone qualità e buoni sentimenti. Perciò la chiave è l’individuo: la società è formata da individui, e per migliorarla occorre che ogni singolo si migliori. E l’impegno individuale può scaturire dal rendersi conto che ogni volta si generano negatività, ci si sente infelici e sofferenti, mentre quando si generano buoni sentimenti ci si sente bene.
Mentre insegnavo Vipassana (nella prigione diTihar, a Nuova Delhi, 1994, n.d.r.) dissi ai carcerati che l’essere reclusi era una dura realtà per loro, ma che, in un certo senso, ogni individuo al mondo è carcerato, perché prigioniero dei propri radicati condizionamenti mentali.
( …) Auspico che tutti voi, per il vostro bene, possiate dedicare dieci giorni della vostra vita ad apprendere questo cammino, che può trasformarvi. Un cammino che insegna a vivere in modo pacifico e armonioso e a generare pace e armonia intorno a noi.

    

Pierluigi Confalonieri (a cura di)

LA SAGGEZZA CHE LIBERA - La meditazione nei discorsi del Buddha.

Commenti di S.N. Goenka

La vicenda umana e i principi dell’insegnamento del Buddha.
I testi di dieci suoi discorsi, arricchiti da scritti di premessa e commento di Goenka e altri.
Approfondimenti su Vipassana.

ArteStampa Editore, 2013 (edizione riveduta e ampliata)
Disponibile anche come eBook

"Ecco che cosa ho sempre insegnato: questa è la sofferenza e questa è la via per uscire dalla sofferenza"

Siddhatta Gotama, il Buddha

La pratica della meditazione è l'essenza dell'insegnamento del Buddha, un insegnamento pratico di auto-conoscenza e di introspezione che permette di eliminare alla radice tutti i condizionamenti e tutte le sofferenze. È la meditazione vipassana: non coinvolge pratiche religiose e dogma, ma è l'osservazione della natura umana e delle sue caratteristiche. Attraverso la meditazione l'uomo impara a conoscere se stesso e a sviluppare, per esperienza diretta, la saggezza concreta che lo può liberare da tensioni mentali, condizionamenti, paure, illusioni fino a raggiungere la completa conoscenza e la liberazione dalla sofferenza.

PIERLUIGI CONFALONIERI (1948, Italia). Curatore della collana Biblioteca Vipassana (www.bibliotecavipassana.org), meditatore di Vipassana dal 1984, risiede in Sri Lanka dal 2011.

    

William Hart

LA MEDITAZIONE VIPASSANA

come insegnata da S.N. Goenka – Un’arte vivere

(Edizione riveduta e corretta de "L’arte di vivere", BUR Rizzoli 1989)

ArteStampa Editore, 2011
Aracne Editrice
Disponibile anche come e-Book: Pariyatti, Ultima Books

Tutta la tecnica in dettaglio, insieme a storie, aneddoti di Goenka e le sue risposte alle domande degli studenti. Redatto sotto la sua guida e pubblicato con la sua approvazione, è stato tradotto in oltre 15 lingue ed è considerato un testo fondamentale per la conoscenza di questa tradizione.

"Ognuno di noi cerca pace e armonia, perché mancano alla nostra vita. Tutti desideriamo essere felici, lo consideriamo un nostro diritto. La felicità é la meta cui tendiamo, anche se spesso è difficile da raggiungere. Tutti noi, di quando in quando, sperimentiamo insoddisfazione, turbamento, irritazione, disarmonia, sofferenza (…) La nostra insoddisfazione personale, inoltre, non resta limitata a noi stessi, perché tendiamo a farne partecipi gli altri. L’atmosfera attorno a una persona infelice è così carica d’inquietudine, che ne rimaniamo influenzati. In tal modo le tensioni individuali, combinandosi fra loro, generano tensioni sociali. E’ questo il problema fondamentale della vita: la sua natura insoddisfacente. Avvengono cose che non vogliamo, mentre le cose che vogliamo non si realizzano. Ignoriamo le cause che sono all’origine di questo processo, proprio come ignoriamo quale sia l’inizio e la fine della nostra esistenza".

Per vivere in armonia con se stessi e con gli altri è necessario conoscere a fondo i nostri processi mentali e fisici. Questa conoscenza profonda e diretta della propria realtà, è la tecnica di meditazione Vipassana. Vipassana (parola dell’antica lingua indiana pali) significa "osservare le cose così come sono in realtà", non come esse ci appaiono, e costituisce l'essenza dell'insegnamento del Buddha. Nella pratica Vipassana non sono coinvolti culti, dogma o cieca fede. Essa è pragmatica: si impara a osservare la propria natura e si può raggiungere una capacità di introspezione profonda, tale da permettere di liberarsi gradualmente da tensioni mentali, condizionamenti, paure, illusioni. Si impara in questo modo un'arte di vivere, con cui cominciare a sviluppare le naturali qualità della mente: amore, compassione, gioia, equanimità.

WILLIAM HART (1946 Canada) è traduttore, scrittore e insegnante. Ha studiato letteratura inglese alla McGill University di Montreal e traduzione (francese inglese) all'Università di Ottawa. Dal 1990 ha lavorato come editor-traduttore indipendente per vari dipartimenti del governo canadese. E’ tra i primi assistenti per i corsi nominati da S.N. Goenka; conduce corsi soprattutto in Israele.

    

Sayagyi U Ba Khin

IL TEMPO DELLA MEDITAZIONE VIPASSANA È ARRIVATO

L'insegnamento e gli scritti con il commento di S.N. Goenka.

Ubaldini Editore, 2011 ristampa

Cos'è la felicità? Con i successi materiali e scientifici, gli uomini sono davvero più felici? Forse possono sperimentare piaceri, ma nel profondo del cuore non sono veramente felici, perché, pur riuscendo ad avere dominio nel campo materiale, non hanno dominio sulla loro mente. "Il tempo della meditazione vipassana è arrivato... Chi vorrà, con mente aperta, partecipare a un corso di dieci giorni per apprendere, sotto la guida di un maestro competente, questa tecnica di meditazione, otterrà risultati immediati e concreti. Imparerà un metodo per affrontare la vita in uno stato di benessere e felicità".
Il più significativo contributo di U Ba Khin sta nell'aver mostrato l’efficacia della meditazione nella via quotidiana, come strumento utile per vivere in pace con se stessi e aiutare gli altri ad affrontare con equilibrio le vicissitudini della vita.
"È giunto per tutti il momento di imparare la meditazione vipassana, per trovare una fonte di quiete nella confusione del mondo".

SAYAGYI U BA KHIN, (1899-1971, Myanmar). Straordinario personaggio del suo tempo, coniugò due ambiti di solito incompatibili: fu insegnante di meditazione e al tempo stesso alto funzionario governativo di instancabile devozione. La sua vita ha dimostrato una semplice e potente verità: chi ha una mente pura esercita un’influenza positiva sulla società.

    

Paul R. Fleischman

KARMA E CAOS

Perché meditare

Ubaldini Editore

I capisaldi della pratica e della teoria della meditazione Vipassana, una tecnica di auto-osservazione, che cominciando dal respiro, cioè dal movimento più naturale, arriva a una conoscenza esperienziale della mente. Questo per poter giungere a una trasformazione radicale e profonda di sé. Siamo continuamente condizionati dagli stimoli esterni, fa parte della nostra natura. Ma fa parte della nostra natura essere sballottati e travolti dalle onde dell'esistenza? L'essere umano è intrinsecamente incapace di avere padronanza di sé? Siamo soltanto capaci di reazioni? Le nostre sono reazioni intelligenti e razionali, certo, ma spesso rimaniamo incatenati negli automatismi. Vipassana è una tecnica che la tradizione orientale di ricerca sulla mente offre agli occidentali perché ci riappropriamo, attraverso l’osservazione del semplice respiro, della nostra vita e interrompiamo la sua corsa affannosa tra desideri e paure, sogni e preoccupazioni. Tra i primi nel '900 a presentare vipassana all'occidente, fu il maestro laico birmano U Ba Khin. La sua opera e la sua vita diedero l'impulso al 'rinascimento' di questa meditazione che, grazie anche all'opera di S. N. Goenka, suo discepolo, ha portato all'attuale ampia diffusione.

Da “Il Sole 24 Ore” del 6 Gennaio 2002:

"[...] Fleischman, nel suggestivo saggio che chiude il volume e gli dà il titolo, argomentando con partecipazione e insieme con rigore scientifico, si propone "di gettare un ponte intellettuale tra due visioni del mondo". Le concezioni buddhiste sono messe a confronto con la teoria del caos, in particolare con l'ormai famoso "effetto farfalla". Come si ipotizza "che una farfalla che oggi batte le ali in Cina possa causare un ciclone in Florida la settimana prossima", così "ondate di effetti si sprigionano dalle nostre azioni e si allargano attraverso il tempo e lo spazio": "Un attimo di chiarezza mentale può allora trasformare una vita... un secondo d'auto-osservazione impersonale può dissolvere un castello d'ignoranza", cioè intere accumulazioni di karma, e sprigionare - anche lontanissimi e ignoti a coloro che li provocano - effetti inimmaginabili di comprensione e d'amore."

PAUL R. FLEISCHMAN (USA). Psichiatra e insegnante di Vipassana, è stato incaricato di divulgare la tecnica in Occidente nei vari ambiti professionali. Tiene conferenze in tutto il mondo. Il suo scopo è di integrare le idee del mondo scientifico con il sentiero della meditazione Vipassana. Ha studiato alla Yale University School of Medicine e ha pubblicato: Karma and Chaos, An Ancient Path; Cultivating Inner Peace; The Buddha Taught Non Violence, Not Pacifism; Spiritual Aspects of Psychiatric Practice and The Healing Spirit. Nel 1993 ha ricevuto il premio Oskar Pfister dall'American Psychiatric Association "per aver contribuito a illuminare il lato spirituale dei problemi psichiatrici".

    

Amadeo Solé-Leris

QUIETE E VISIONE PROFONDA

A cura di Pierluigi Confalonieri

ArteStampa Editore, 2015
Disponibile anche come e-Book

" ... Cominciai a seguire l’insegnamento del Buddha dal momento in cui capii che il ‘buddhismo’ vero e proprio non è una religione - una fede in una Divinità e in una relazione con Essa - ma un umanesimo, e più concretamente un sistema etico-psicologico che propone metodi pratici per raggiungere, qui e ora, la piena realizzazione delle proprie potenzialità benefiche. Fu quando mi resi conto che il Buddha (il Risvegliato) non pretendeva essere un Dio o un profeta, bensì l’esempio supremo di quello che l’essere umano può diventare, che mi dissi: “Questo sì che ha un senso: il Risvegliato insegna agli altri come risvegliarsi. Nel 1972 in Sri lanka (…) ebbi la fortuna di leggere le parole del Buddha: la spiegazione di quello che lui stesso ha sperimentato, e di come gli altri possano arrivare alla stessa esperienza. E così scoprii la straordinaria semplicità e la profonda concretezza del sentiero di quiete e visione profonda, da lui indicato. Mi dedicai, quindi, allo studio dell’antica lingua pali e dei testi. Nel 1974 feci un coolrso di meditazione con il maestro indo-birmano S.N. Goenka: questa pratica dell’insegnamento del Buddha mi convinse ad accettare la sua validità, come guida di vita, e ad impegnarmi da allora al continuativo esercizio meditativo di Vipassana".

L'Autore, Amadeo Solé-Leris

"Questo testo vuole contribuire alla comprensione della natura pratica e concreta dell’insegnamento del Buddha, il cui cuore è l’esercizio meditativo. Vi sono delineate le sue caratteristiche essenziali, per offrire al lettore non specializzato un’introduzione generale, che possa incoraggiare a farne esperienza".

Il Curatore, Pierluigi Confalonieri