L'associazione Vipassana Italia

Il primo corso di dieci giorni organizzato in Italia secondo questa tradizione si è svolto nel novembre 1986. Da allora ne vengono organizzati ogni anno.

Nel 1991 alcuni meditatori hanno fondato un'associazione senza fini di lucro, l'associazione Vipassana Italia, che si occupa dell'organizzazione dei corsi e di garantire l'assoluta correttezza nel seguire i principi che regolano l'insegnamento di Vipassana.

"L'associazione ha l'obiettivo di far conoscere una tecnica di meditazione universale, accessibile ed accettabile da tutti, indipendentemente dalla razza, religione o opinione politica"
(dallo statuto dell'associazione)

L'associazione si propone, con la diffusione di questa tecnica di meditazione, di favorire l'educazione alla conoscenza di se stessi, sviluppando un alto standard di moralità, la concentrazione mentale, l'osservazione e la comprensione profonda della propria realtà mentale e fisica.

Poiché l'associazione non è legata ad alcuna struttura organizzata, la realizzazione dei corsi è resa possibile da chi, avendo partecipato ad almeno un corso ed avendone tratto giovamento, sente il desiderio di far conoscere ad altri questa tecnica, offrendo una libera donazione per permettere l'organizzazione di altri corsi.

Nel 1998 è stata aperta una struttura permanente, un centro, in cui vengono organizzati i corsi di meditazione.